Archivio per giugno 2012

La Milano interiore vista dalla bici

“Non abbiamo bisogno di una meta, ma di un nuovo modo di vedere le cose”. Lo diceva il grande Henry Miller e non bisognerebbe mai stancarsi di ripeterlo. Tipo che rimani a Milano in un fine settimana bollente e non sai cosa fare. Inforchi la bici e decidi di andare a scoprire posti che non conosci, quelli lontani dalle solite rotte urbane tra shopping e cazzeggio. La Milano “interiore”, quella interna ai cortili e quella interna ai quartieri a cui abbiamo fatto l’abitudine.

La città è fantastica, altro che grigia e anonima. Ieri sono andato a scoprire il Conservatorio di Milano. Da Piazza Cinque Giornate, prendi Corso di Porta Vittoria, svolti a destra alla prima e la città cambia volto. Edifici raffinati, qui le strade hanno i nomi dei grandi musicisti. Si passa per via Doninzetti, non c’è una macchina ad inquinare l’acustica, sento solo la meccanica del mio cambio emettere qualche piccolo ronzio da attrito, mentre la gomma delle ruote sibila sull’asfalto ancora rovente. Si svolta a sinistra per via Bellini e la si percorre fino in fondo, prima di girare ancora a sinistra, dove sorge la splendida Basilica di Santa Maria della Passione.

Dopo cento metri, capisci di essere arrivato perchè senti nell’aria il suono di un pianoforte, seduto al quale qualcuno sta provando un virtuosistico brano di classica. Ti fermi in bici e ti metti in ascolto. Passano poche macchine, qualche bici che si gode la tranquillità della strada, studentesse giapponesi che escono: una improvvisa un movimento delle mani che ha a che fare con il solfeggio, credo. Mi metto lì in ascolto, non mi sembra di essere a Milano, ma in una piccola cittadina dell’Emilia.

Poco più avanti sorge una “scuola londinese”, l’Istituto Vittoria Colonna, una perfetta imitazione di gotico transalpino che ha circa due secoli. Gli occhi sono sedotti dalla linea slanciata del gotico, mentre il concertista continua ad allietare il mio orecchio. Poco più avanti si può ammirare la via privata Perugia, altro scorcio della verde Inghilterra.

Alcuni dei posti segnalati in questo itinerario sono tratti dal libro “Milano è bella in bici” di Anna Pavan.


giugno: 2012
L M M G V S D
« Mag    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Blog Stats

  • 9,691 hits